giovedì 10 luglio 2014

Certe notti

 



Certe notti no, non si puo restare soli. Sale la voglia e tu non ci sei. Sale la voglia anche se il mondo attorno a noi cade a pezzi. Sale l'onta del pensiero, malvaggio o dolce che sia a me viene voglia, tanta. Apro le gambe, spalanco la figa, inno alla vita, e chi se ne frega se il malvaggio alberga in me, farò i conti con dio. Ma dio com'è buono e quanto mi piace stare li con le gambe aperte. La mia mano sà dove e come arrivare al piacere, e vaffanculo, a me piace. Sento il vento dalla finestra aperta, il rumore delle foglie  al vento e l'estate: è vita ed io godo............punto.
(Madame Curieux)

1 commento:

  1. sabato al concerto...ti ho pensato...a quelle notti...a "certe notti..."

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...